PASSWORD RESET

Colli Fioriti


Il Duomo di Como, Palazzo Broletto e la chiesa di Sant’Abbondio

786 0

Dal campeggio Ai Colli Fioriti puoi raggiungere e visitare la città di Como in mezz’ora d’auto o un’ora col pullman di linea. Di seguito le attrattive più importanti da visitare.

Il Duomo di Como

Duomo di Como

Duomo di Como

Dedicato alla Maria Assunta, il Duomo di Como venne costruito accanto al Palazzo del Broletto a partire dal 1396 col primo progetto dell’architetto Lorenzo degli Spazzi di Laino.
Finito di costruire nel 1770 con l’edificazione della cupola, progettata dall’architetto Filippo Juvara.
La facciata principale è in stile gotico con piccole influenze rinascimentali.
All’interno la struttura è sempre in stile gotico a tre navate, dove sono esposte diverse opere tra cui nove arazzi rinascimentali, la tela dell’Adorazione dei Magi di Bernardino Luini, quelle dello Sposalizio della Vergine e Fuga in Egitto di Gaudenzio Ferrari.
L’altare ligneo è dedicato a Sant’Abbondio protettore della città di Como.

 

Palazzo Broletto
Antico palazzo comunale fu costruito nel 1215, in stile gotico-romanico, per volontà del podestà Bonardo da Cadazzo accanto alla basilica dedicata allora a Santa Maria Maggiore che occupava il posto dell’attuale Duomo di Como.
Nel periodo rinascimentale la facciata, a strisce bianche, grigie e rosse, acquista le influenze del periodo. Restaurato più volte nel 1972 venne riportato alle forme originarie.
Il palazzo del Broletto nel corso dei secoli assume diverse destinazioni d’uso fino ad oggi che viene utilizzato dal comune di Como per mostre d’arte, eventi pubblici e congressi.

 

Chiesa Sant’Abbondio

chiesa-di-santabbondio_254280427Costruita verso la fine dell’XI secolo, dai monaci benedettini, la basilica di Sant’Abbondio è un magnifico esempio di architettura romanica impreziosita dalle opere dei magistri comacini.
A partire dal ‘500 fu rimaneggiata più volte fino ad alterare l’aspetto originario che fu ristabilito col restauro del ‘800.
Possenti lesene dividono in 5 parti la facciata, in pietra di Moltrasio, in corrispondenza delle navate interne, e dal notevole portale arricchito da sculture a bassorilievo.
Il doppio campanile è di ispirazione nordica e non comune in Italia.
L’interno a cinque navate suddiviso da colonne ornate da capitelli preziosi, custodisce nella parte absidale il ciclo di affreschi del ‘300Storie di Cristo” opera dell’artista lombardo detto Maestro di S. Abbondio, raccontano in venti scene la vita di Cristo.